Il Giurì della pubblicità ordina lo stop dello spot sul nucleare. Regalo il mio a Chicco Testa!

AAA non cerco nulla ma regalo!

Cosa?! Lo spot fai da te sul nucleare Quattro chiacchiere fra papere.

Il 18 febbraio 2011 il Giurì dell’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria ha bocciato, perché ingannevole, il celeberrimo Spot del Forum Nucleare Italiano con le seguenti parole […] esaminati gli atti e sentite le parti, dichiara che la pubblicità contestata non è conforme all’art. 2 del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale, letto ed applicato alla luce delle ‘Norme preliminari e generali’ e integrato dal disposto dell’art. 46, e ne ordina la cessazione nei sensi di cui in motivazione.
(Art. 2 – Comunicazione commerciale ingannevole).

La partita a scacchi è costata sei milioni di euro (eventuale sanzione esclusa!) sganciati dal Forum Nucleare Italiano gestito da Chicco Testa, che vede tra i suoi azionisti di maggioranza l’Enel. Ergo i soldi utilizzati per promuovere il ritorno all’atomo arrivano in buona parte dal portafoglio dei contribuenti.

Chicco Testa, in quanto presidente dell’Associazione, dovrà comunicare agli italiani il pasticcio con lo spot osannato neutrale, ma di fatto ingannevole. Perché? Beh mancanza di informazione equilibrata e obiettiva sul nucleare come: i costi, le scorie, l’accaparramento dell’uranio o le difficoltà nel trovare siti fisici adatti per costruire centrali e depositi nucleari…

Camilla Pollice dell’Agenzia pubblicitaria Saatchi & Saatchi che ha realizzato lo spot, per spiegare lo stile essenziale della Campagna ha utilizzato queste parole: “L’invito è a riflettere sui pro e i contro fornendo alcuni spunti”. Il Giurì non deve aver ravvisato tali spunti.

Il Forum Nucleare Italiano è quindi senza spot.

Per fortuna esiste già uno spot sostitutivo pronto per l’uso: Quattro chiacchiere fra papere. Scritto e realizzato dalla sottoscritta e dalla formidabile regista Eliana Grimaldi, e con Cristina come co-protagonista, è un video informativo sul nucleare con il 100% di quota rosa e completamente Made in Italy! Vista la situazione in cui si trova il Forum Nucleare Italiano, sono disposta da subito a regalare il video a Chicco Testa.

In Quattro chiacchiere fra papere emergono i pro e i contro sul nucleare, le questioni del soddisfacimento del bisogno d’energia, dei costi, delle scorie, della materia prima, delle fonti rinnovabili, delle tecnologie estrattive e della sicurezza nucleare. Manca solo il gioco degli scacchi ma in compenso c’è una divertente partita con il gioco dell’oca!

Greenpeace e Legambiente che condividono la stessa green mission di Ecospiragli, non ironizzeranno neppure sullo spot 🙂

Perché non accettare il regalo?!

Buona visione!

Anna Simone

Spot nucleare: la regina nucleare e l’oca anti-nucleare!

Per qualche settimana siamo stati bombardati dallo spot del Forum Nucleare Italiano costato 6 milioni di Euro e realizzato dalla Saatchi & Saatchi. Di sicuro uno spot finto-neutrale ben fatto, con i due protagonisti che giocano a scacchi e che poi scopriamo essere la stessa persona. Vince chi sta dalla parte del nucleare. Il confronto credo sia scontato e il discorso risulta essere a senso unico: quasi un monologo, nonostante la messa in scena de contraddittorio.

Ho voluto dare la mia personale risposta allo spot della Saatchi & Saatchi con un video* anti-nucleare fai da te: Quattro chiacchiere fra papere.

Il video è un semplice, quanto illuminante, battibecco tra due ragazze che giocando al gioco dell’oca sollevano questioni volutamente schivate nella pubblicità ufficiale.

Perché questo video? Credo sia dovere di ogni cittadino iniziare a porsi delle domande per riflettere seriamente sul Nucleare. Si può incominciare anche da semplici chiacchiere e, perché no, da quattro chiacchiere fra papere!

Vi piace la mia risposta al nucleare?

* Un sincero ringraziamento alla regista, Eliana Grimaldi ed a mia sorella Cristina!