Il Referendum sul nucleare si avvicina e le papere chiacchierano

12 e 13 giugno 2011 tutti a votare, sono ben quattro i quesiti referendari. Dopo aver compiuto il nostro dovere possiamo fare quello che vogliamo, ma l’importante è andare ai seggi con tessera elettorale e documento di riconoscimento.

  • Se avete perso la tessera elettorale, basta recarsi in Comune e ne rilasciano una nuova.
  • Se prevedente fila e caldo organizzatevi: un buon libro da leggere e una bottiglietta di acqua fredda, che diventerà calda aspettando il vostro turno…
  • Se siete single potreste incontrare l’anima gemella!
  • Se preferite andare al mare, potete andarci dopo!

Insomma, perché non andare?!

Io ho le idee molto chiare sul sì e sul no, e voi?

Questo un video personale che potrebbe aiutarvi a riflettere sul nucleare:

Cercate di concentravi solo sulle considerazioni espresse e non su di me che rido (vorrei vedere voi al posto mio 🙂 )

Al video sono seguiti una serie di insulti da parte dei nuclearisti, del resto sono andata a postarlo su un sito pro nucleare: se per errore o volutamente, questo non lo svelerò mai!!!

Ah, ho avuto anche un commento da parte di Chicco Testa, non era molto amichevole!

Buon voto!

Anna Simone

Fukushima: chi ci capisce è bravo

Sono sempre più perplessa sulla situazione giapponese. Se fosse un Paese meno avanzato potrei giustificare il tutto collegandolo al fattore arretratezza. Siccome si tratta di un popolo tecnologico, ordinato, competente, economicamente stabile, sono quasi senza parole.

fukushima danni

I valori dello iodio 131 che si dimezza in 8 anni e del cesio 137 che si dimezza in circa 30 anni, non sono una sciocchezza. Le radiazioni ionizzanti che emettono, provocano tumori e morte nella maggior parte dei casi. Parliamo di centinaia di probabili morti. Questi cavolo di valori cambiano di ora in ora e di zona in zona. Vicino o distante dai reattori, nell’acqua, nel terreno, nel mare, nell’aria … La mia domanda è semplice: “Gli esperti del settore stanno capendo qualcosa?”

Continua a leggere “Fukushima: chi ci capisce è bravo”

Equinozio di primavera, ma la bella stagione dov’è?!

San Benedetto la rondine sul tetto, dice un detto popolare. L’equinozio di primavera ha dato astronomicamente inizio alla bella stagione, io non ho ancora visto una rondine … come si spiega? Ancora una volta la saggezza dei proverbi popolari potrebbe essere utile: una rondine non fa primavera 🙂

Mi domando che fine abbia fatto lo springtime del 2011, non c’è o non lo vedo io?

Faccio ricorso alle parole:

  • Primavera silenziosa. Come il titolo di un libro della Carson, biologa statunitense. E’ stato pubblicato nel 1962, ma risulta attuale. Decise di scrivere il saggio per dare una risposta alla domanda “perché tacciono le voci di primavera in innumerevoli contrade d’America?”. La Natura è perfetta e questo lo sappiamo quasi tutti. Quello che a volte ignoriamo è quanta sconvolgente perfezione ci sia nel mondo vegetale e animale.
    La Carson non si è dimenticata di noi Umani anzi, siamo super protagonisti nel libro solo che … vi tocca leggerlo per scoprirlo:-)  Continua a leggere “Equinozio di primavera, ma la bella stagione dov’è?!”

Se un giorno di Marzo si finisce sul giornale locale, tipo Ciociaria Oggi!

Cosa c’è di più bizzarro, divertente, ironico, simpatico per una persona qualunque, come me, che finire in un bell’articolo di un giornale locale?!!!

Questa mattina ho letto sulla stampa di Ciociaria Oggi un pezzo che mi riguardava! Nessuno scandalo, non vi preoccupate!!!

Alcuni giorni fa mi ero divertita a punzecchiare Chicco Testa, Presidente del Forum Nucleare Italiano, in un post del blog Ecospiragli!

La potenza del web gli ha fatto arrivare la mia ironia e lui, forse perché un po’ infastidito o forse perché sentitosi chiamare in causa, si è scomodato a rispondere… se siete curiosi andate al commento numero nove!

Certo non gli avrà fatto piacere, ma la satira è satira e ha i suoi pro e contro! E poi mica tutti sono capaci di ironizzare?!!!

La viralità della rete però è andata oltre: un giornalista Vincenzo Polselli ha letto dell’intera faccenda e si è divertito a scrivere un bel pezzo a riguardo!

Che ridere, adesso sono sulla stampa locale insieme alle co-protagoniste, Eliana e Cristina 🙂

Buone risate anche a voi 🙂

Anna Simone

L’Italia abbandona ufficialmente il ritorno al nucleare!

E’ ufficiale: l’Italia ha deciso di abbandonare il progetto del ritorno al nucleare!

Lo ha annunciato poco fa il Presidente del Consiglio in un’edizione straordinaria a reti unificate!!!

Nel pomeriggio di oggi Bruno Vespa andrà in onda con il suo programma Porta a Porta. Saranno presenti in studio e in collegamento telefonico i rappresentanti del Governo, il presidente del Forum Nucleare Italiano, e tutti gli Amministratori delegati delle Aziende che sarebbero dovute entrare nel progetto del ritorno all’atomo.

I nuclearisti irrecuperabili hanno subito dato inizio alle polemiche sostenendo che siano state prese delle decisioni affrettate e sull’onda dell’emozione (o della catastrofe?!). In realtà il Governo ha fatto sapere che la drammatica vicenda giapponese, ancora in itinere, ha solo accelerato un ripensamento già in corso.

Provvidenziale è stato l’intervento di Maurizio Crozza ieri sera durante la trasmissione Ballarò. Grazie alle parole del comico tutti hanno inteso cosa avrebbe significato per l’Italia l’ingente e rischioso investimento sul ritorno al nucleare.

Il breve video della salvezza, guardate:

Dalle prime dichiarazioni sono così emerse le argomentazioni elaborate dal Governo: evidenti, semplici da capire anche se incredibilmente tardive!  Continua a leggere “L’Italia abbandona ufficialmente il ritorno al nucleare!”