Festa del Biologico Italiano, l’appuntamento è a Milano

Avete programmi per sabato 6 maggio? Vi segnalo che a Milano c’è la Festa del bio, con tante iniziative in programma organizzate da FederBio. L’appuntamento è in via dei Mercanti, in pieno centro, e ci sarò anch’io!
festa del bioBisognerebbe trovare sempre un motivo per festeggiare, allora perché non festeggiare l’agricoltura biologica, facendo incontrare produttori, aziende, protagonisti del bio italiano la cui missione è nutrire l’uomo rispettando l’ambiente, la biodiversità e il territorio?

Durante la giornata di sabato 6 maggio ci sarà l’imbarazzo della scelta su cosa fare. A partire da i talk, per conoscere il bio e scegliere con consapevolezza, aperti a tutti e che si terranno a Palazzo Giureconsulti in via dei Mercanti dalle ore 10.15. Nello specifico:

Il biologico made in Italy. Un successo mondiale
I prodotti bio nostrani sono un fiore all’occhiello del settore agroalimentare, nel nostro Paese, in Europa e oltre oceano.

Il bio made in Italy come la moda e il design?
Il talk analizza le motivazioni del successo del bio, delinea le opportunità per il settore e le opportunità che il settore offre all’agroalimentare, tenendo ben in vista l’opinione del consumatore.

Bio e comunicazione
Presentazione del Project “Parlo con Bio” in collaborazione con Economia e Gestione della Comunicazione Pubblicitaria, LiMed, e i corsi UCSC International, Università Cattolica del Sacro Cuore, con il coinvolgimento di 20 gruppi di millennials

Nutrizione e benessere. Sono quello che mangio
Neonati, bambini, adulti e anziani. In tutte le fasi della vita l’alimentazione deve essere posta al centro delle nostre attenzioni. Il cibo che mangiamo è il carburante del nostro corpo e della nostra mente.  Nutrizionisti ed esperti spiegano perché scegliere il bio per una vita all’insegna del benessere. Continua a leggere “Festa del Biologico Italiano, l’appuntamento è a Milano”

Bio, i 10 motivi che lo rendono il migliore amico dell’ambiente

Biologico sì e biologico no. Sono numerosi i sostenitori dell’una o dell’altra tipologia di agricoltura. Lo dico subito: io preferisco i prodotti biologici e li acquisto tutte le volte che posso!
FederBio, la federazione italiana agricoltura biologica e biodinamica, di recente ha raccolto i motivi che fanno del biologico l’alleato numero uno per la salvaguardia del nostro Pianeta. Concordo e voi?
agricoltura biologica

1 Migliore qualità del suolo e dell’ambiente
Le aziende biologiche si distinguono da quelle tradizionali per la capacità di immagazzinare maggiori quantità di carbonio nel terreno, ottenendo sia un sostanziale miglioramento del livello di fertilità sia la diminuzione del rischio di erosione del suolo. E questi miglioramenti diventano benefici concreti per gli operatori del settore che registrano un incremento della produttività a medio e lungo termine.

2 Migliore capacità del suolo di trattenere e filtrare l’acqua
I terreni coltivati con il metodo biologico registrano una maggiore di capacità di trattenere e filtrare l’acqua, che si traduce in una significativa riduzione della necessità di irrigazione, con risparmi per gli agricoltori e una diminuzione dell’impatto di siccità e alluvioni.

3 Assenza di pesticidi e fertilizzanti sintetici
Altro pilastro base del metodo biologico è il rifiuto dell’uso di concimi, diserbanti, insetticidi, anticrittogamici e altri pesticidi di sintesi chimica, i cui effetti negativi impattano sull’ambiente, sui prodotti coltivati e anche sulla salute dei consumatori. L’alternativa scelta è l’utilizzo di concimi organici, fonti degli elementi nutritivi necessari alle piante, con la selezione di varietà magari meno produttive, ma più rustiche e resistenti alle malattie.  Continua a leggere “Bio, i 10 motivi che lo rendono il migliore amico dell’ambiente”

Fiera Sana: dal 12 al 15 settembre Bologna si tinge di verde

Ci siamo: a Bologna sta per iniziare Sana, il Salone internazionale del biologico e del naturale, quest’anno giunto alla 27° edizione. Io sono presente come eco blogger ufficiale, insieme a Giulia Giunta, ottima cuoca vegana, e a Laura Bindi, esperta di cosmetici naturali. Siamo un ottimo trio, vero?!

sana

Qualche parolina sul Sana:

  • si tiene presso il polo fieristico Bologna Fiere dal 12 al 15 settembre, e si struttura in tre differenti aree tematiche, ovvero alimentazione, salute/benessere e la categoria prodotti naturali legati al vivere e all’abitare ecologico.
  • il programma è super ricco, considerati i numerosi appuntamenti (convegni, incontri, show cooking), con gli esperti dei vari settori, a cui i visitatori possono partecipare gratuitamente. A ciò si aggiunge la presenza di molte aziende, di buyer esteri e di delegazioni provenienti da quei mercati in cui il biologico sta crescendo velocemente (Australia, Cina, Francia, Polonia, Croazia, Slovenia, Ungheria, nazioni del Baltico, Paesi del Nord Europa, Repubblica Ceca, Russia e Usa).

Inoltre, i visitatori sono coinvolti in prima persona, infatti, possono votare i tre prodotti preferiti tra quelli esposti, per contribuire a decretare i vincitori del premio Sana Novità.

Novità:

  • tra le innovazioni di quest’anno sono felice di segnalare il Coup de Coeur, è un premio ideato da BolognaFiere destinato a tre prodotti, uno per ciascuna categoria di partecipazione (alimentazione, benessere, altri prodotti naturali), già in gara per Sana Novità, che più colpirà al cuore noi blogger ufficiali per packaging, contenuto o per idea.

Vi aspetto al Sana e se non potrete esserci di persona seguitemi sui miei canali social per rimanere aggiornati in tempo reale su ciò che sta accadendo in fiera!

Anna Simone

Biologico: avanti tutta!

I dati sul biologico nel Belpaese fanno vedere il bicchiere mezzo pieno: è questo lo stato d’animo che si respira al salone internazionale del bio e del naturale.

IMG_20140907_080049

Produzioni nazionali, esportazioni e tassi di occupazione hanno segni di crescita molto interessanti: a conferma che il business economico può convivere benissimo con la salvaguardia ambientale.

Continua a leggere “Biologico: avanti tutta!”

Occhiaie, i rimedi naturali più veloci

Io devo esserci nata con le occhiaie, le ho sempre anche quando dormo dieci ore di fila o sono in vacanza: non mi resta che combatterle per non sembrare un panda!
Nell’ultimo periodo sto provando una serie di rimedi naturali piuttosto veloci che aiutano ad attenuarle.

occhiaie

Il primo della lista prevede il ricorso alla camomilla.
Bisogna preparare giornalmente un infuso tradizionale (per ogni tazza di acqua bollente una bustina con i fiori camomilla) da mettere in frigo appena si raffredda.
Durante la pulizia del viso mattutina e serale vanno fatti degli impacchi sugli occhi, con dei dischetti di cotone imbevuti di camomilla fredda. Un paio di minuti o più, se avete tempo, sono sufficienti per contribuire ad accelerare la microcircolazione linfatica e venosa del contorno occhi, e quindi a ridurre le occhiaie e le borse. L’infuso di camomilla deve essere freddo ma non eccessivamente, è una zona molto delicata quindi gli eccessi di temperatura vanno evitati. Continua a leggere “Occhiaie, i rimedi naturali più veloci”